Passa ai contenuti principali

Post

L'ANIMALE MORENTE - Philip Roth

Tempo fa, a seguito della lettura di Nemesi, decisi che ogni mese dell'anno avrei letto un libro di Roth, fino a esaurimento scorte. A quei tempi, però, ero nella fase di passaggio "conclusione precedente percorso universitario-master in risorse umane-tirocinio in formazione finanziata" e "inizio nuovo percorso universitario". Questo significa che tutti i buoni propositi dell’anno andarono automaticamente a farsi friggere, perché mi concentrai sullo studio e sul lavoro accantonando tutto il resto (per un breve periodo smisi anche di dormire in modo regolare, ma questa è un’altra – drammatica – storia).
Ovviamente non rinunciai agli acquisti.

In questi tre anni di studio studio studio e lavoro lavoro lavoro non ho letto neanche un libro “per piacere”, ho letto solo libri che dovevo leggere, ma ho comunque acquistato su Amazon.it, su Ibs.it e nella mia Feltrinelli di fiducia.

Oggi ho una discreta scorta di Roth nella mia nuova libreria, per cui ho deciso di ripar…
Post recenti

LE BRACI - Sándor Márai

Torno a scrivere con qualche mese di ritardo, mi faccio sempre attendere su questo blog. Eppure le cose sono in fase di cambiamento. La mia vita sta prendendo una piega interessante e questo 2017 è un anno di cambiamenti importanti. Cambiamento numero 1: a ottobre mi laureo. Finalmente completerò il percorso universitario e conseguirò la laurea specialistica in Giornalismo e Cultura Editoriale presso l’Università di Parma. Sono molto felice del percorso e sono emozionata sia per la proclamazione sia – soprattutto – per la tesi che sto scrivendo. L’argomento centrale è la recensione online, sto studiando l’importanza della recensione online sia per gli utenti che sono alla ricerca di letture nuove sia dal punto di vista delle case editrici e soprattutto dei professionisti che lavorano sul web. Ma di questo vi parlerò in un altro post – se vi interessa.Cambiamento numero 2: è iniziata la convivenza. Gli ultimi mesi sono stati affollati da scatoloni, spese, mobili nuovi, affitti, volture…

NEW YORK STORIES - Paolo Cognetti

Breve storia delle mie fissazioni
La mia stanza è invasa da libri e non so proprio più dove metterli. E' piena la Billy; è piena la miniBilly; è piena la libreria destinata ai manuali universitari; il comodino è prossimo allo sfondamento; la scrivania è sovrastata da volumi su volumi su volumi e di spazio non ce n'è quasi più. (Non vi racconto la storia delle mie scarpe perché questo non è un FESCION BLOG di una FESCION BLOGGER, quindi lungi da me, le scarpe lasciamole nell'armadio). Quando ho bisogno di utilizzare la scrivania scaravento tutti i libri sul letto, e quando è ora di andare a dormire riporto tutti i libri dal letto sulla scrivania, creando questo vortice incessante di carta e disordine. Poi ci sono quei giorni in cui proprio non me ne va di perdere tempo a spostare i libri e in quei giorni devo sperare che sul letto ce ne siano pochi, di libri, così da poterli spostare in un angolo lontano lontano e trovare un po' di spazio per dormire. Sia benedetto il…

LE NOSTRE ANIME DI NOTTE - Kent Haruf

-Leggi tanti libri, ma come fai a scegliere i libri giusti?- -I libri “giusti”?- -Sì, leggi sempre libri che ti piacciono, come ci riesci?
L’annosa questione dei libri giusti perseguita i lettori considerati “forti” da sempre. O quanto meno a me succede sempre così. Mi incontrano in libreria e mi dicono “sei sempre qui”; non mi trovano, mi telefonano e mi chiedono “in che libreria ti sei cacciata?” e poi mi raggiungono tra gli scaffali, mentre abbraccio decine di libri oppressa dai sensi di colpa (al pensiero di tutti i libri già acquistati e in attesa di essere letti nella mia libreria) e mi chiedono:
 -Leggi tanti libri, ma come fai a scegliere i libri giusti?-.
La risposta, come sempre, è meno articolata di quanto potrebbe mai sembrare. Leggo soprattutto letteratura americana contemporanea, che è il mio genere preferito ormai da anni, mi confronto con persone che hanno i miei stessi gusti e, ultimo ma non per importanza, seguo una serie di blog simili al mio, curati da persone che hanno…

TRE SCENE DA MOBY DICK - Alessandro Baricco

Zitti, zitti, zitti che forse riesco a mantenere la parola data.
Dicevo che avrei ricominciato a scrivere su questo blog ed eccomi qui a scrivere davvero, il che ha dell'incredibile, lo ammetto.
Visto che ci avete creduto più voi di me e visto che ora sono qui, voglio raccontarvi una storia. E' la storia dell'amore e  della passione e poi delle numerose delusioni sofferte da questa ragazza dal cuore spezzato. Gesù, quando ero giovane e illibata, mi sono innamorata di uno scrittore e mi sono sacrificata a lui, anima e tempo, corpo e denaro. L'ho difeso a spada tratta. Ogni volta che qualcuno osava affermare che fosse un disonesto, un falso, un ipocrita borghese e pallone gonfiato io mi immolavo per la sua causa e a muso duro affrontavo gli sfrontati per difendere il mio scrittore preferito... che prima era davvero uno scrittore e che ora è diventato più o meno un imprenditore assetato di money.
Come dicevo, tanto tempo fa, quando ero una lettrice inesperta e senza gu…

IL RUMORE DELLE COSE CHE INIZIANO - Evita Greco

A pensarci molto bene, è passato davvero tanto tempo dalla mia ultima recensione. Più o meno due anni, o forse qualche giorno in meno. Il fatto è che sono diventata grande e, si sa, quando si diventa grandi aumentano le responsabilità e aumentano gli impegni. La mia vita è ricca di eventi e fitta di incombenze: studio giornalismo e cultura editoriale all'Università degli Studi di Parma; lavoro come Project Manager presso un ente di formazione e consulenza aziendale; collaboro con una casa editrice, per la quale curo alcuni servizi editoriali; vado in palestra a correre come una pazza e ogni tanto trovo il tempo per leggere libri che VOGLIO leggere, lasciando da parte per un attimo i libri che devo studiare o su cui devo lavorare. Non leggo più con i ritmi soliti ai quali vi avevo abituato. Se mi seguite da un po', sapete benissimo che due anni fa ero capace di leggere anche dieci libri al mese. Oggi quei dieci libri li leggo in tre o quattro mesi, quando va bene. Il tempo di …

LA CRISALIDE NEL FANGO - Matteo Viviani

Buonasera a tutti cari lettori!
Oggi ho deciso di raccontarvi una delle mie ultime letture. Grazie ad una collaborazione con BloggerItalia ho avuto la possibilità di leggere l'esordio letterario di Matteo Viviani. L'autore nasce in provincia di Bergamo, ma cresce nelle campagne toscane dove conduce un'adolescenza molto attiva: studia, dipinge, lavora nelle fiere, nei ristoranti, dai contadini e dai falegnami fino a che diviene maestro d'arte e disegnatore orafo. A soli vent'anni lascia la famiglia per trasferirsi a Milano e, dopo aver lavorato come cameriere, ballerino, modello e attore, debutta nella trasmissione Le Iene, il programma d'inchiesta in cui, ancora oggi, lavora a tempo pieno.
La copertina e il titolo di questo libro mi avevano incuriosito così tanto che non mi sono fatta scappare l'occasione di partecipare a questa interessante iniziativa. Quindi, iniziamo subito:


TRAMA: Milano, febbraio, lungo i navigli, Alessandro è sicuro di sé, altruista …