Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

Nemesi - Philip Roth

Estate 1944. Nel "caldo annichilente di una Newark equatoriale", il ventitreenne Bucky Cantor, un animatore di campo giochi che si dedica anima e corpo ai suoi ragazzi, è costretto a combattere la sua guerra privata contro una spaventosa epidemia di polio che colpisce e uccide i bambini. In una città sotto assedio, Philip Roth racconta con toccante poesia la lotta impari e senza tempo tra l'uomo e il suo destino.
 Il mio primo Roth. Iniziato una mattina in compagnia di una succulenta brioche alla crema, terminato la sera stessa. Perché in fondo è questo il tragico dei libri così brevi: terminano in una giornata. Non fai in tempo ad affezionarti ai personaggi e ad apprezzarli fino in fondo che ti trovi all'ultima pagina, senza essertene accorto. Nemesi è un libro molto breve, ma è anche un libro denso di significato e ricco di tematiche difficili e oscure. Da una parte abbiamo la guerra, uno scontro di portata mondiale al di fuori dei confini americani; dall'altra…

Burton racconta Burton - Tim Burton

Un giorno la tua migliore amica ti chiede di fare un giro in città; tu accetti e dopo aver sbirciato le vetrine dei negozi di abbigliamento e dopo aver lasciato gli occhi su un paio di scarpe favolose e, addirittura, scontate del 25%, decide di entrare in libreria.  Ce ne sono tante, ma sai benissimo che in quella, sì, proprio in quella, c'è un soppalco con delle sedie dove i libri li puoi sfogliare e puoi fermarti a parlare. Non ci sono classici e non ci sono le nuove uscite; quei libri sono tutti al piano inferiore, vicino alle vetrine, dove possono essere raggiunti più facilmente. Di sopra, ci sono i libri di architettura, quelli di fotografia e anche quelli di moda. C'è la sezione cinema, ci sono le graphic novel e ci sono i libri di filosofia. E' uno spazio intellettuale in cui puoi incontrare lo storico che consiglia al filosofo un libro di cinema.
Poi ti volti e il tuo sguardo viene rapito da un nome, che poi, se ci pensi, è un nome a te molto caro e che ti è stato…

Buon Anno e Buon Inizio

Buongiorno a tutti cari amici lettori e Felice anno nuovo! Sì, lo so, sono in ritardo imbarazzante...ormai vi sarete abituati ai miei ritardi cronici e vi sarete anche abituati alle ormai solite scuse.
Ma da oggi, 14 Gennaio 2014, inizia una nuova fase della mia vita! 
Chi mi segue sulla pagina Facebook del Blog (Se volete seguirmi vi basterà fare click qui!) ha già ricevuto la buona novella: ho finalmente terminato tutti gli esami della triennale e, finalmente, potrò dedicarmi alle mie letture e al Blog. Sono felice e soddisfatta e anche se questo percorso durato tre anni è stato tortuoso e stressante sono davvero fiera di quello che ho fatto. Soprattutto perché tutto quello che sono riuscita a raggiungere l'ho ottenuto da sola, con le mie sole forze.
Oggi mi va di essere sincera e di confessarvi una piccola cosa che forse non tutti sapete. Mi sono diplomata del 2010 in un Liceo Scientifico Tecnologico dove non era previsto l'insegnamento del Latino. Ovviamente era la scuola s…