Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2014

LIBRERIAMO - Ecco perché quello del bibliotecario è il lavoro dei sogni, non solo per i booklover

Poco stress, compiti creativi, un ruolo fondamentale per la società. Ecco nove buone ragioni per cui il mestiere di bibliotecario potrebbe essere il lavoro ideale di molte persone
MILANO – Il bibliotecario è una di quelle figure ormai stereotipate e quando sentiamo nominare questa professione ci vengono in mente o i bibliotecari impertinenti, che non fanno altro che interrompere conversazioni e intimare il silenzio, o le bibliotecarie sexy alla American Pie, errore decisamente più selvaggio. E’ ora di accantonare ogni stereotipo, il magazine Buzzfeed ha fornito in un articolo ben nove motivi validi per rivalutare questa stimabile professione.
L'articolo originale prosegue Qui!

LIBRERIAMO- I 10 detective più famosi della letteratura che sono stati protagonisti al cinema

Da Sherlock Holmes a Victoria Ifigenia Warshawski, ecco i più famosi detective della letteratura che abbiamo conosciuto grazie al grande e piccolo schermo MILANO – La televisione vive da troppo tempo un forte complesso di inferiorità rispetto a tanti altri mezzi di comunicazione. Pasolini la definiva ''promotrice e divulgatrice di anticultura'' e Moravia la considerava profondamente ''qualunquista'', insomma, quello tra televisione e libro (o più ampiamente, tra televisione e cultura) è un contrasto quasi ancestrale. Eppure, a pensarci bene, i telespettatori che dovrebbero ringraziarla esistono eccome. Quante volte, guardando un thriller o un poliziesco ci siamo appassionati e affezionati ai protagonisti? Quante volte, poi, abbiamo scoperto che quegli stessi personaggi provenivano dalle penne dei grandi giallisti inglesi o americani? L’Huffington Post ha stilato una classifica dei più famosi protagonisti di gialli e thriller che abbiamo visto sul grande…

Leggendo #2: Il cardellino - Donna Tartt

Primo appuntamento con il gruppo di lettura!
In questo primo incontro tratteremo i tre capitoli iniziali del nuovo capolavoro di Donna Tartt, Il cardellino.
Ogni post sarà diviso in due parti:

Una parte SPOILER di riassunto delle pagine della settimana.Una parte di RIFLESSIONE PERSONALE sulle stesse pagine. Tutti i partecipanti al gruppo (anche chi non si è ancora iscritto, ma vuole comunque partecipare e unirsi a noi) dovranno commentare, contestare, appoggiare la mia riflessione iniziale. Dovete dire la vostra, dovete scrivere cosa ne pensate, quali sono i personaggi che amate e quali personaggi detestate, quali passi vi hanno colpito, cosa ne pensate dello stile e della prosa, cosa vi aspettavate, cosa vi piacerebbe leggere nelle pagine successive. Potete semplicemente concentrarvi su una citazione oppure spaziare su tutte le 150 pagine assegnate. Siete liberi di dire la vostra e di parlare di qualsiasi cosa sia attinente al libro.  Non dovete avere paura di esporvi, siamo qui per …

Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore + Graus Editore

Buongiorno a tutti cari amici lettori e buona giornata mondiale del libro! Questa mattina mi sono svegliata presto e, appena sono entrata su Facebook, ho notato che il 23 Aprile è un giorno felice per il mondo della letteratura. Mi sento davvero ignorante, ma non avevo idea che esistesse una Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore. Dunque ho fatto qualche ricerca e ho scoperto che si tratta di un evento patrocinato dall'UNESCO volto a promuovere la lettura e la pubblicazione dei libri, oltre alla protezione della proprietà intellettuale attraverso il copyright. E' un'iniziativa che viene organizzata e riproposta dal 1996 tutti gli anni e io, testona che non sono altro, l'ho scoperto solo oggi.

Per festeggiare questo evento e questa nuova scoperta, il destino ha fatto sì che proprio oggi ricevessi un pacco da una casa editrice che ho scoperto da poco: la Graus Editore,  fondata nel 2003 da Pietro Graus, rappresenta una realtà editoriale giovane e dinamica…

Ci sono sorrisi... - Ring Lardner

Un libro del tutto inaspettato.
Ero a casa della mia prof di lettere del liceo, parlavamo dell'esperienza del corso di scrittura e di Raymond Carver e, ad un certo punto, il marito della prof si è alzato, ha cercato tra i tantissimi volumi presenti nella libreria del loro salotto e mi ha detto: "Devi leggere Ring Lardner".

"Questo nome non mi è nuovo", ho pensato.
Il libro, inoltre, mi incuriosisce sin da subito: la copertina scelta dalla Passigli Editori mi affascina e decido di prenderlo in prestito. Dopotutto, i libri più belli che ho letto nella mia vita mi sono stati consigliati o dalla prof o dal marito della prof, dunque, se decidono di offrirmi in prestito un libro lo prendo...anche se conoscete la mia personale politica sui prestiti.






TRAMA: Un mite poliziotto che si innamora di una ragazza in Cadillac, un autoritario impresario di musicals di successo, le chiacchiere di giovani giocatori di baseball confinati perennemente in panchina, un marito di pro…

Leggendo #1: Il cardellino - Donna Tartt

Questo post è un esperimento.
Sto per iniziare una nuova lettura e il protagonista è un romanzo di 892 pagine, si intitola Il cardellino è stato scritto da Donna Tartt ed è il nuovo Premio Pulitzer.

TRAMA: Figlio di una madre devota e di un padre inaffidabile, Theo Dacker sopravvive, appena tredicenne, all'attentato terroristico che in un istante manda in pezzi la sua vita. Solo a New York, senza parenti né un posto dove stare, viene accolto dalla ricca famiglia di un suo compagno di scuola. A disagio nella sua nuova casa di Park Avenue, isolato dagli amici e tormentato dall'acuta nostalgia nei confronti della madre, Theo si aggrappa alla cosa che più di ogni altra ha il potere di fargliela sentire vicina: un piccolo quadro dal fascino singolare che, a distanza di anni, lo porterà ad addentrarsi negli ambienti pericolosi della criminalità internazionale. Nel frattempo, Theo cresce, diventa un uomo, si innamora e impara a scivolare con disinvoltura dai salotti più chic della c…

Nuovi acquisti!

Buon pomeriggio a tutti,
iniziano i post divertenti e, ovviamente, prima di recensioni e progetti vari è meglio fare un punto della situazione.
Nel post di ieri (se ve lo siete perso cliccate qui) ho scritto che per auto-premiarmi in seguito agli obiettivi raggiunti, e prontamente depennati dalla mia to-do list personalissima, ho fatto un ordine sul mio sito di acquisti libreschi on-line preferito: IBS.it.

Era da tanto tempo che non mi capitava di ordinare on-line. Il fatto è che preferisco di gran lunga trascorrere il tempo in libreria, tra i libri, prima di decidere quale acquistare. E' vero che non parto mai di casa senza un'idea precisa, ma questo lo faccio con qualsiasi cosa: sono la donna delle liste e dell'organizzazione e non sono proprio il tipo di persona che acquista cose in modo impulsivo.
Ogni volta la stessa storia: giorni prima decido quando andare e dove andare a comprare; studio una lista che ordino in base alla priorità dell'acquisto e attacco la lis…

Finalmente sono tornata sulla terra

Finalmente sono tornata sulla terra.
Questo sarà un post lunghissimo e logorroico. Il Blog, tra le tante cose, è anche un diario virtuale e questo post servirà sia a me, per ricordare questi quattro mesi meravigliosi, sia a voi, per scoprire che fine ho fatto e per quali motivi sono stata così poco presente e tanto con la testa tra le nuvole. Avrete capito già che non sarà un post recensione, ma semplicemente un post di chiacchiere tra amici.
Nella pagina Facebook del Blog si è creata una bella atmosfera di condivisione e quindi mi sento in dovere di spendere due parole con le persone che mi seguono e che mi sostengono giorno dopo giorno.

Inizio subito dicendo che questo 2014 è iniziato piuttosto bene.
Gli sforzi che ho compiuto nel 2013 stanno iniziando a dare i frutti che speravo, infatti, a Gennaio ho terminato tutti gli esami della Triennale e giovedì 10 Aprile mi sono Laureata con una tesi in Filosofia del linguaggio. L'impronta che ho voluto dare al mio elaborato è stata sin …