Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2014

La caduta - Albert Camus

Inizia una nuova sfida!
Dopo essermi laureata in Lettere moderne lo scorso aprile, sono finalmente pronta per approfondire gli studi. Qualche settimana prima di laurearmi, giuro, mi ero imposta di trascorrere i successivi sei mesi leggendo, scrivendo e facendo la bella vita. Volevo assaporare tutta la libertà che per anni interi avevo agognato, giorno dopo giorno. Volevo godermi l'agenda vuota e senza impegni, volevo svegliarmi la mattina e fare ciò che mi andava di fare. Vi assicuro che per un periodo è stato così, un periodo piuttosto breve, ma c'è stato! Ho guardato centinaia di film; ho letto quanti più libri ho potuto; ho iniziato e completato due serie televisive; sono uscita; ho fatto shopping; mi sono divertita...ed era ancora giugno. Soltanto giugno. GIUGNO!

"L'ho capito molto presto. Un tempo, non avevo sulle labbra che libertà. Per colazione la spalmavo sui crostini, tutto il giorno la masticavo, portavo fra la gente un alito deliziosamente fresco e profum…

Ragazze di campagna - Edna O'Brien

Stanche delle privazioni e delle angherie subite nel collegio religioso dove sono state mandate, Caithleen, la narratrice, e Baba, la sua migliore amica, scrivono una lettera oscena su una delle suore e la lasciano dove sanno che verrà trovata. Immediatamente espulse, devono fare i conti con l'ira del padre di Caithleen, che colpisce la figlia in pieno viso. Il primo romanzo di Edna O'Brien descrive la vita di ragazze che crescono all'ombra di una famiglia patriarcale e della Chiesa, i due poteri dominanti della contea del Clare, in Irlanda, dove è ambientata gran parte della narrazione. Il carattere irriverente ed edonistico delle protagoniste si scontra senza possibilità di riconciliazione con le limitazioni claustrofobiche di quel mondo, descritto efficacemente nel romanzo, e la loro partenza per Dublino è inevitabile. In Ragazze di campagna, l'autrice cela abilmente la propria consapevolezza dei problemi discussi per mettere in primo piano l'impulsività e la sp…

Le mille luci di New York - Jay McInerney

TRAMA: "Folgorante libro d'esordio, scritto quando McInerney aveva ventinove anni, diventato in breve uno dei più acclamati best seller d'America. La storia è di quelle che non si dimenticano; la scrittura, concitata e imprevedibile, colpisce fin dalle prime battute. Il protagonista, che lavora presso la rivista chic di New York, al Reparto Verifica dei Fatti, è "andato oltre su una coda di cometa di polvere bianca", nell'intento di saggiare i propri limiti, ma il mondo riluttante dei locali alla moda e dei personaggi di successo che frequenta durante le sue peregrinazioni notturne è incompatibile con la routine quotidiana. La "vita spericolata" non si concilia con il lavoro che inchioda alla scrivania dalla mattina alla sera. Il suo "capo", una donna severa come una maestra elementare d'altri tempi, non è disposta ad accettare debolezze ed errori. Il nostro eroe, che ormai non può più fare a meno di uno stick di Vicks inalante per a…

Mandami tanta vita - Paolo Di Paolo

Ciao a tutti, eccomi tornata con una nuova recensione. Mi sto buttando anima e corpo in un progetto di cui vi parlerò tra qualche giorno, ma sono riuscita a ritagliarmi un po' di tempo per qualche lettura breve e interessante.Sono stata male, giorni fa ho passato un pomeriggio d'inferno e una notte insonne e la mia mami, per tirarmi su il morale, ha imparato che un libro funziona quasi sempre. Così mi ha regalato "Mandami tanta vita" di Paolo Di Paolo. Un libro presente nella mia wishlist da quando l'ho visto un anno fa tra i candidati al Premio Strega.





TRAMA: Moraldo, arrivato a Torino per una sessione d'esami, scopre di avere scambiato la sua valigia con quella di uno sconosciuto. Mentre fatica sui testi di filosofia e disegna caricature, coltiva la sua ammirazione per un coetaneo di nome Piero. Alto, magro, occhiali da miope, a soli ventiquattro anni Piero ha già fondato riviste, una casa editrice, e combatte con lucidità la deriva autoritaria del paese. …

Le chiacchiere del Lunedì #9 - ANCONA ART SALON 2014

[...] Fu così che nacque l'Ancona Art Salon, giunto alla quarta edizione, da qualche anno affiancato a una mostra, presso lo spazio della Mole Vanvitelliana, L'Ancona Art Salon continua la tradizione di mettere in contatto artisti visivi e performativi. La missione è quella di creare un vibrante spazio creativo dove l'innovazione e la collaborazione possano crescere e espandersi

Il primo luglio sono stata invitata a partecipare al 4° Ancona Art Salon. Cristiano Marcelli, oltre a essere il presidente di "La luna dance Center", un'associazione non commerciale il cui fine è quello di promuovere e sviluppare attività di danza attraverso la formazione di ballerini, la produzione di spettacoli e eventi culturali, è uno dei miei colleghi scrittori.
Lo scorso 29 Marzo, infatti, al termine del laboratorio di scrittura tenuto dall'editore e talent scout Massimo Canalini, presso la casa editrice Cattedrale e La Libreria delle Muse di Ancona, siamo riusciti a produr…

LIBRERIAMO - I 25 libri meno apprezzati dai booklovers secondo la rete

Tags:  libri,letture,bookriot,i libri meno amati,booklover,lettori,libri
Da Twilight a On The Road. Nella lunga lista dei libri meno amati dai booklovers ci sono anche loro due. Ma Bookriot ha stilato un classifica di ben 25 libri che i lettori proprio non riescono ad apprezzare. Il vostro qual è? MILANO – Anche se siete degli appassionati booklovers, sicuramente, anche voi avete qualche scheletro nell’armadio. Per esempio un libro che proprio non avete amato, che vi è piaciuto così poco che addirittura gli avete assegnato l’ultimo posto, il più buio, nella vostra libreria. Il sito Bookriot ha realizzato un sondaggio per coinvolgere i suoi lettori, chiedendo, “Quali sono i tre libri che odiate da sempre?”. Le risposte non si sono fatta attendere molto, ed ecco cosa è emerso: questi sono i 25 libri meno apprezzati dai booklovers. Ci sono anche i vostri? c'è qualcuno di questi che invece amate profondamente? Leggete e poi...dite la vostra!
L'articolo originale prosegue QUI!